Recensione ‘Come anima mai’

di Rossana Soldano – edito da Hope Edizioni

data pub: 09/05/2019

TITOLO: Come anima mai

AUTORE: Rossana Soldano

CASA EDITRICE: Hope Edizioni

PAGINE: 684

GENERE: Romance storico MM

SERIE: Stand Alone

DATA PUBBLICAZIONE: 09 maggio 2019

LINK ACQUISTO

recensione di anya

Recensione di Come anima mai di Rossana Soldano

Faccio una premessa:
Mi sono imbattuta in “come anima mai” al salone del libro di Torino grazie ai commenti entusiastici di alcune blogger e così mi sono decisa a scaricarlo nel mio Kindle.
Tenendo conto che non amo gli storici ero un’eterna indecisa se iniziarlo o meno e a dicembre mi sono detta: “Basta Anya! Devi leggerlo”.
Così è stato.

La storia di Lewis e Will è molto travagliata in quanto l’epoca in cui si trovano non è delle migliori per soddisfare le loro inclinazioni.
Il primo è un nobile destinato alla camera dei Lord, è un ragazzo viziato ed istintivo e Will fa crollare le sue certezze.
Il secondo ha charme da vendere, è una calamita per uomini e donne nonostante sia solo un borghese.
Ho amato entrambi i personaggi e per motivi diversi li ho odiati..

Una trama fatta di amore e poesia, di attese e ritorni, di passione e lacrime ma il fulcro è uno solo: il destino.

Le descrizioni dei luoghi, usi e costumi a dir poco eccelse e posso dire di essermi catapultata con loro nei luoghi che hanno visitato.
Non voglio farvi il riassunto della trama, la bellezza di questo libro vi lascerà senza fiato ed il consiglio che posso darvi è di leggerlo con calma per poter cogliere le sfumature, la penna di Rossana non lascia nulla al caso.
Ho una Top Ten per il 2019 sulle mie letture. Senza indugio questa ha un posto particolare nel podio..


5 stelle sono troppo poche..

TRAMA:

Inghilterra, 1936.
Lewis Ellsworth, figlio del Duca di Buccleuch, è attento a tenere i suoi incontri sessuali lontano dagli ambienti aristocratici. All’inizio del suo secondo anno a Cambridge, però, scopre che il ragazzo con cui si è intrattenuto in un pub è uno studente del suo stesso college. Intelligente, affascinante ed eccentrico, William Chase entra nella sua vita come un tornado, scuotendo certezze e intenzioni.

Due studenti privilegiati, colti e raffinati, ubriachi di arte e letteratura, ebbri di emozioni e ambizioni.  Ma in una società in cui persino al Re non è permesso scegliere di chi innamorarsi, Lewis e William vivono un amore diverso, vietato e voluto, doloroso e intenso, nascosto agli occhi del mondo.      

Una storia fatta di coraggio, segreti, passione e contrasti, di crescita e conflitto, alla ricerca di una Wonderland nascosta dietro specchi di ipocrisia. Due vite che si incrociano e si salvano, due anime destinate a perdersi e a rincorrersi sullo sfondo dell’Europa del secolo scorso, un’Europa controversa e stuprata dalla guerra, in cui l’amore crea più scandalo dell’odio, in cui credere alle favole sembra quasi impossibile, ma è l’unica via d’uscita.
Perché, forse, Wonderland non è un dove, ma un quando.

Ci rincorrevamo come sabbia in una clessidra e niente 
si andava a perdere mai; pieni, davvero, solo se insieme.

Solo che allora, stretta nei nostri corpi, la felicità pensavamo di poterla 
tenere con noi per sempre, marchiandocela addosso come l’amore sulla vita.

Precedente Recensione ‘Profonde differenze’ Successivo Recensione ‘Vento di scirocco’

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.